la nostra produzione

La preparazione della Birra Artigianale Biologica Biofevari

1.  Inizio cotta

Tutto parte dalla aggiunta di acqua nella caldaia di ammostamento e progressivamente viene aumentata la temperatura.

2.  Aggiunta del malto

Quando l’acqua ha raggiunto i 40-50°C si aggiunge il malto precedentemente macinato.

3.  Ammostamento

L’impasto di acqua e malto, in base alla ricetta e alla tipologia di birra da produrre, viene portato a temperature sempre più alte fin a arrivare a 78°C. Qui gli amidi insieme agli enzimi presenti nel malto vengono degradati in una miscela di zuccheri più o meno complessi.

4.  Filtraggio

Si procede al trasferimento dell’impasto nel tino filtro, dove successivamente avviene il filtraggio naturale del mosto dalla parte restante del malto.

5.  Lavaggio

Dopo l’estrazione del primo mosto di procede estrarre il secondo mosto tramite il lento lavaggio delle trebbie dai residui zuccherini.

6.  Bollitura

Finita l’estrazione del mosto si procede alla bollitura. È una fase importante che serve principalmente per sterilizzare il mosto e aggiungere amaro e profumi grazie all’impiego del luppolo. D’ora in avanti bisogna evitare in qualsiasi modo contaminazioni del mosto.

7.  Fermentazione

Terminata la bollitura, si procede con il raffreddamento rapido del mosto trasferendolo nel fermentatore e grazie l’aggiunta del lievito, dopo 1-2 settimana come per magia, si trasformerà in birra.

8.  Imbottigliamento

La birra è quasi pronta mancano le bollicine. Prima dell’imbottigliamento si aggiunge alla birra una quantità precisa di miele. Questa precisa quantità serve a risvegliare il lievito e comincia la rifermentazione in bottiglia. Dopo alcune settimane la birra è pronta per essere servita con un bel cappello di schiuma.